Una lampada di design: Arco Flos

Un disegno industriale tutelato dal diritto d'autore

La lampada Arco della Flos ha fatto la storia delle lampade di design. Non si tratta di una frase retorica, ma di una realtà ben evidente: Arco, infatti, è stato il primo progetto industriale ad essere tutelato dal diritto d'autore, ossia ad essere considerato al pari di un'opera d'arte. In seguito a tale riconoscimento, anche altri disegni industriali hanno potuto usufruire di questo riconoscimento, portando i designer industriali allo stesso livello degli artisti. 
Arco della Flos è oggi una lampada storica, che tuttavia è caratterizzata da un design moderno ed elegante. Le sue ampie dimensioni, con una lunghezza variabile (tra i 2.150 e i 2.200 metri), un'altezza che dipende dall'estensione del braccio (tra i 2.230 e i 2.500 metri), ed una cupola con diametro di 32 centimetri, rendono Arco della Flos una lampada importante, da utilizzare in spazi ampi per poterne garantire non solo un uso come punto luce, ma soprattutto come elemento d'arredo. 
E proprio questo era lo scopo dei due designer, Pier Giacomo e Achille Castiglioni, che nel 1962 hanno dato vita a questo particolare elemento di design. Oggi, la lampada Arco è riconosciuta come una delle lampade maggiormente apprezzata nel settore e si è meritata un posto fisso alla collezione permanente MoMa di New York e del Triennale Design Museum di Milano.

La base in marmo di Carrara della Arco di Flos

Una delle particolarità della Arco è l'ampia base in marmo di Carrara. La scelta di questo tipo di base è stata effettuata in seguito alla necessità di disporre di una base abbastanza solida e pesante per assicurare la massima stabilità alla lampada che, con la sua estensione, poteva altrimenti facilmente trovarsi in posizioni di disequilibrio. I due designer avevano inizialmente pensato al cemento, ma la necessità di unire bellezza e praticità li ha poi portati ad optare per il marmo di Carrara, che, nonostante il suo peso (la base della Arco pesa infatti 65 chili), poteva essere facilmente spostata semplicemente creando un foro al suo interno che permettesse di infilare un bastone di scopa per facilitarne il trasporto. La forma della base è quella di un parallelepipedo posizionato in verticale con vertici e spigoli arrotondati non solo per motivi estetici ma anche per garantire una maggiore sicurezza in caso di urti. La lampada è poi fissata al marmo tramite una serie di viti che ne assicurano la massima stabilità. I primi modelli della base furono realizzati sia in marmo bianco che in marmo nero. Quest'ultimo tipo di base, però, è oggi fuori produzione per cui non è più disponibile. Professione Luce, uno dei maggiori siti online per la vendita di lampade di design mette quindi in guardia pensano di acquistare una lampada Arco Flos con base in marmo nera: si tratta sicuramente di un'imitazione e non di una lampada originale.

I molti usi della lampada Arco di Flos

Il motivo che ha portato i due designer italiani a realizzare una lampada con questa particolare forma non è stato puramente estetico, ma pratico. Essi, infatti, erano alla ricerca di un modo per realizzare un punto luce sospeso e, allo stesso tempo, non fisso come nel caso delle lampade a soffitto. Per questo motivo, dopo vari tentativi con forme, lunghezze ed altezze differenti, la loro scelta è caduta sulla particolare forma ad arco, allungabile grazie ad un braccio estendibile, e quindi utilizzabile in differenti contesti. Nascendo come disegno industriale, lo scopo principale che voleva essere raggiunto dai due Castiglione era quello di ottenere una lampada che potesse illuminare tavoli da lavoro e, allo stesso tempo, potesse essere spostata per migliorare l'illuminazione dei tavoli stessi a seconda delle esigenze. Oggi, lo stesso principio viene utilizzato per illuminare stanze o punti di lettura, a seconda delle esigenze. Il braccio estendibile, inoltre, permette alla lampada Arco di integrarsi alla perfezione in contesti differenti, più o meno ampi.

Uguale da oltre cinquant'anni

A differenza di molte altre lampade o oggetti di design, che sono stati leggermente variati nel tempo per poter essere sempre apprezzati con il cambiare dei gusti e delle esigenze, Arco della Flos è rimasta sempre la stessa. Le uniche modifiche, che hanno interessato tutte le lampade di design, sono relative all'impianto elettrico, che è stato modernizzato per soddisfare le nuove normative in tema di sicurezza degli impianti elettrici.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close