Cappotto interno: la migliore soluzione per la vostra casa in tutte le stagioni

Spesso le stagioni dalle temperature più decise sono anche quelle nelle quali la nostra abitazione sembra sempre troppo calda o troppo fredda con la conseguente necessità di un adeguamento della situazione che spesso si traduce in spese pazze per i caloriferi o per un impianto di condizionamento che consuma grandi quantità di energia elettrica.

Inoltre, per migliorare l'isolamento termico della casa non sempre è necessario intervenire in maniera strutturale, con lavori difficili e costosi che possono interessare pareti e pavimenti

Per chi desidera risolvere definitivamente il problema dicendo addio una volta per tutte a tutte queste spese che, anno dopo anno, si ripetono inesorabili, la migliore soluzione per isolare la propria casa è senza dubbio il cappotto interno.

Trattandosi di un lavoro abbastanza rapido, il cappotto interno è da preferirsi a quello esterno per chi ha necessità di una soluzione rapida o da attuare in un contesto abitativo (ad esempio palazzine a più piani nei centri urbani) dove quello esterno è particolarmente complicato e difficile da realizzare al meglio o addirittura praticamente inattuabile.

Il cappotto interno consiste praticamente in un rivestimento delle pareti interne dell’abitazione costituito da malta e pannelli isolanti abbastanza sottili. Tra i pro di questa soluzione, non possiamo non  menzionare, come già anticipato, la velocità della messa in opera ed il costo sicuramente ridotto dell’intervento rispetto al cappotto esterno, un’operazione decisamente più dispendiosa e che sicuramente necessita di tempi più lunghi per essere correttamente realizzata.

Tra gli aspetti da valutare prima dell’inizio dei lavori per la realizzazione di un cappotto interno c’è sicuramente l’aspetto volumetrico. Benché i pannelli siano sottili e lo strato di malta utilizzato tra le pareti e tali pannelli lo sia altrettanto, è innegabile che tale operazione, ripetuta su tutte le pareti della casa, comporti una riduzione, seppur minima, degli ambienti interni. Allo stesso modo è da tenere in considerazione il fatto che questi pannelli isolanti sono difficili da collocare dietro ai mobili e all’impianto del gas in cucina, rendendo, di fatto non tutta la casa completamente isolata.

Al di là degli aspetti tecnici da chiarire in base alla tipologia della vostra abitazione, per ottenere in ogni caso il migliore isolamento termico possibile, il cappotto interno è un vantaggio non solo per la temperatura, che finalmente si manterrà costante evitandovi la necessità di ricorrere spesso a condizionatori o caloriferi, ma anche per evitare i ponti termici (la differenza marcata di temperatura tra una stanza e l’altra) e per migliorare il livello di umidità dell’intero appartamento.

 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close