Verniciare casa : regole e consigli

 

 

Verniciare i muri della propria abitazione è un’operazione che almeno una volta ogni sei anni andrebbe eseguita, sia per rinfrescare l’ambiente sia perchè i muri a causa dei caloriferi, macchie ecc. si sporcano, restituendovi una casa scura e poco ordinata. A maggior ragione, se è la nuova casa che avete appena acquistato che dovrete andare a verniciare, saranno da valutare bene i lavori da fare. Se riuscirete ad effettuare questo lavoro da soli, senza chiamare un professionista del settore, andrete a risparmiare parecchi soldi. Non tutti sono degli esperti, ma con qualche piccola regola e qualche consiglio, potrete verniciare la vostra casa al meglio. Per prima cosa verificare la situazione del muro e del cartongesso. Se presenta una carta da parati che non volete riutilizzare dovrete recarvi presso un colorificio ed acquistare prodotti adibiti all’asportazione di tale superficie.

Inoltre, sul mercato potete trovare diversi tipi di pittura: da quella acrilica che ha un’elevata copertura a quella isolante che costa un po’ di più rispetto alle altre ma è in grado di migliorare l’isolamento termico e acustico delle pareti

In secondo luogo dovrete rendere il muro più liscio possibili, andando a stuccare eventuali buchi, raschiare le crepature o fioriture dovute dall’umidità e dare almeno due “mani” di pittura bianca per eliminare la colorazione precedente. In zone dove la muffa regna sovrana, dovrete andare ad applicare particolari prodotti antimuffa. In seguito dovrete coprire eventuali mobili con nylon e giornali, utilizzare uno nastro di carta per coprire i bordini del muro e le prese della corrente (in questo caso non andrete a macchiarli di vernice) e coprire i pavimenti con giornali o tappeti vecchi. Procuratevi un secchio con una griglia in modo da poter intingere il rullo e strizzarlo per evitare di sprecare inutile composto. In seguito procedete (il rullo dovrà avere un bastone allungabile in modo da raggiungere il soffitto e le pareti più alte) a tinteggiare la parete di bianco facendo strisce brevi e attaccate tra di loro sempre in un senso. Procuratevi dei pennellini più piccoli per effettuare i ritocchi di precisione. Una volta che le pareti saranno asciutte, se tutte le macchie sono state coperte, potrete o decidere per una colorazione bianca (andate quindi a passare una seconda “mano”) o scegliere una pittura colorata (che vogliate solo una pittura colorata o effetti particolari quali tamponato, terre fiorentine, ecc. vi basterà chiedere al colorificio tutte le informazioni e gli strumenti necessari), terminando con l’ultima passata. Effettuate sempre il lavoro di giorno, possibilmente durante la stagione calda, in modo che le pareti si asciughino prima.

 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close